Trasportini per gatti: tipologie e caratteristiche

Trasportini per gatti: tipologie e caratteristiche

Scegliere il trasportino ideale per il tuo gatto può trasformarsi in una vera e propria impresa. Meglio sceglierne uno rigido o in tessuto? Quanto deve essere grande? Quale è il prezzo medio per questi oggetti? Sono tante le domande che frullano nella testa di chi si appresta a comprare questo prodotto indispensabile per chiunque abbia un gatto.

Anche se ai nostri amici a quattro zampe il trasportino non piace affatto, nessun proprietario di gatti può farne a meno. È indispensabile per i viaggi e anche il gatto più sedentario del mondo prima o poi dovrà uscire da casa (si pensi ad esempio alle visite dal veterinario). Come scegliere quindi il migliore tra i tanti trasportini per gatti presenti in commercio? Ti sveliamo subito che non esiste una risposta universale.

Ogni modello è adatto a precise necessità e quindi ogni accoppiata gatto-padrone avrà bisogno di un prodotto diverso. La prima cosa da fare è quindi capire le proprie esigenze, conoscere il proprio amico a quattro zampe e poi cercare il trasportino che meglio si adatta a te e al tuo felino. Ricorda che i gatti non amano viaggiare e quindi quando siamo costretti a farlo è fondamentale assicurare al nostro amico a quattro zampe comfort e tranquillità, al fine di ridurre il più possibile il suo disagio. Per questo scegliere tra i tanti trasportini per gatto è un’operazione che ogni proprietario deve fare con la massima attenzione.

Come scegliere il miglior trasportino per gatti

Sul mercato ci sono infiniti modelli di trasportini che si differenziano per forma, dimensione, materiali e prezzi. Come scegliere quello che più di adatta alle nostre esigenze? Gli aspetti da considerare non sono pochi. Innanzitutto le dimensioni: un trasportino grande assicura al nostro amico a quattro zampe più spazio di movimento, ma è estremamente difficile da trasportare. Uno piccolo, invece, è sicuramente meno confortevole per il felino, ma offre una maggiore facilità di trasporto. Ecco che quindi torniamo al discorso iniziale: per scegliere il modello giusto bisogna fare scelte ponderate in base alle proprie specifiche esigenze.

Lo stesso discorso potremmo farlo per i materiali. Un trasportino in tessuto è sicuramente molto più comodo per il gatto, ma difficile da pulire. Un contenitore in plastica è leggero e facilmente lavabile, ma sicuramente meno confortevole. Vediamo quindi insieme quali sono le caratteristiche da valutare per scegliere il vostro modello ideale.

Dimensioni del trasportino: meglio piccolo o grande?

Parliamo di uno degli aspetti più importanti da valutare nella scelta del trasportino ideale. La prima valutazione da fare riguarda chiaramente le dimensioni del nostro amico a quattro zampe. Più il gatto è grande, maggiori dovranno essere le dimensioni del trasportino.

Il secondo aspetto da valutare per scegliere le dimensioni riguarda invece le modalità di utilizzo. Prendiamo ad esempio il caso in cui si utilizzi questo contenitore solo per portare il gatto dal veterinario. Per scegliere tra i tanti trasportini per gatti da viaggio è importante valutare come ci spostiamo. Magari solitamente raggiungi la clinica in macchina e parcheggi agevolmente a pochi metri dalla porta di ingresso. In tal caso puoi scegliere tra i trasportini per gatti grandi: il felino starà più comodo e tu dovrai spostare il trasportino solo per pochi metri. Attenzione, però, anche alle dimensioni della macchina: nella scelta tra i trasportini per auto è importante considerare lo spazio che si ha a disposizione nel proprio mezzo.

Il discorso cambia se invece hai l’esigenza di portare il vostro gatto in treno o in autobus. In questo caso, oltre alla comodità del gatto, dovrai anche pensare alla facilità di movimentazione del trasportino a pieno carico. Per evitare di rendere il vostro spostamento troppo faticoso, meglio scegliere una via di mezzo tra praticità e comfort del felino e quindi optare per un trasportino non troppo grande.

Apertura del trasportino: laterale o nella parte superiore?

Altro aspetto da non sottovalutare è la posizione dell’apertura che consente al gatto di entrare e uscire dal trasportino. Meglio scegliere un modello con l’apertura dall’alto o uno con l’apertura laterale? Con l’apertura dall’alto è molto più facile inserire il gatto all’interno del trasportino. Di contro, l’apertura laterale presenta un vantaggio che quella dall’alto non ha: permette al felino di vedere cosa succede all’esterno, evitando il panico da scatola chiusa. C’è da dire che non tutti i gatti amano vedere cosa succede all’esterno; molti amici a quattro zampe preferiscono sentirsi sicuri all’interno di un luogo protetto e chiuso.

Per valutare questa caratteristica è molto importante conoscere il carattere del proprio amico a quattro zampe. Far entrare il gatto dentro al trasportino è sempre un’impresa? Allora meglio optare per un contenitore con apertura dall’alto. Il tuo micio non ama stare in luoghi chiusi senza la possibilità di vedere all’esterno? In questo caso è meglio scegliere un modello con apertura laterale.

Materiali del trasportino: quale scegliere?

In questo caso è importante tenere a mente che la scelta dei materiali è rilevante per due aspetti fondamentali: la facilità di pulizia e il peso del trasportino. I trasportini per gatti in metallo, ad esempio, sono facilissimi da pulire e anche estremamente sicuri. Non sono tra i più pesanti e dunque sono consigliati anche per i viaggi in aereo in cui un chilo di troppo può fare la differenza. Su Amazon, uno dei più venduti, è quello della Imac che assicura un buon rapporto qualità prezzo.

Proprio per quanto riguarda i viaggi in aereo, è importante aprire una piccola parentesi sui trasportini omologati IATA. La IATA (International Air Transport Association) fornisce quelle che sono le regole da seguire per scegliere il miglior trasportino da utilizzare da per fare viaggi in aereo. Se dovete fare un viaggio in aereo e dovete comprare un trasportino, meglio dare un’occhiata alle linee guida fornite dalla IATA.

Per i viaggi in auto, gli ideali sono i trasportini in alluminio. Offrono una buona ventilazione e possibilità di vedere e sono sicuramente i più sicuri anche in caso di incidente. Il più venduto su Amazon tra quelli in alluminio è il modello Elightry Trasportino per Cani Gatti in Auto.

I trasportini in tessuto sono invece molto più confortevoli per il felino; di contro sono molto più difficili da pulire. Puoi optare per questo materiale se non devi viaggiare spesso e hai come obiettivo principale la comodità del tuo gatto.

Trasportino per gatti: prezzo medio

Inutile negarlo, anche il costo è un fattore non trascurabile nella scelta del trasportino. I prezzi dei trasportini per gatti variano e ovviamente sono in funzione della grandezza, dei materiali, della marca e della qualità dell’oggetto. Anche in questo caso è importante capire l’utilizzo che se ne farà. Se sai di dover utilizzare molto il trasportino, magari perché viaggi spesso, meglio optare per un trasportino di alta qualità, evitando il rischio che possa rompersi dopo poco tempo. Scegli un trasportino comodo, robusto e resistente. Una valida opzione potrebbe essere il trasportino rigido di Amazon Basics, uno dei più venduti e in grado di assicurare un buon rapporto in termini di qualità e prezzo.

Se invece ritieni più adatto un trasportino in tessuto, in quanto più comodo e confortevole, meglio scegliere la versione morbida del trasportino Amazon Basics.

Come vedi, in commercio esistono tantissimi modelli di trasportini gatto per andare incontro alle diverse esigenze di ognuno e adesso che conosci tutte le caratteristiche da valutare, potrai trovare il prodotto che meglio risponde alle necessità tue e del amato micio.

Image by Casey Wilson from Pixabay