Tiragraffi per gatti: tipologie e caratteristiche

Tiragraffi per gatti: tipologie e caratteristiche

Il tiragraffi è senza alcun dubbio l’opzione ideale per offrire ai nostri cari amici a quattro zampe una struttura sulla quale farsi le unghie, ma anche giocare e, perché no, dormire serenamente.

Attualmente sul mercato è presente una vasta offerta di soluzioni in termini di tiragraffi per gatti le quali si differenziano in base a diverse variabili: dal design alle forme, dai materiali con i quali sono stati prodotti sino, ovviamente, al prezzo. Pertanto, differentemente da quanto si possa pensare, non è poi così semplice scegliere la soluzione ideale per il proprio gatto.

In questo articolo, quindi, abbiamo sintetizzato per te gli aspetti essenziali da tenere in considerazione in caso di acquisto di un tiragraffi gatto, nonché analizzato i modelli più diffusi e le loro prerogative.

Caratteristiche principali

Caratteristiche principali dei tiragraffi e ragioni per cui se ne consiglia l’acquisto Come accennato nella premessa, i tiragraffi rappresentano un accessorio indispensabile nell’abitazione di chiunque ospiti un gatto tra le mura domestiche, per diverse valide ragioni.

Innanzitutto, alcuni modelli di tiragraffi consentono al tuo micio di avere un rifugio in cui rannicchiarsi per dormire con il massimo della privacy e della tranquillità. Inoltre, gli permettono di osservare l’ambiente circostante da una posizione elevata e privilegiata, cosa molto amata dai gatti.

Infine, proprio per la struttura articolata di alcuni modelli funzionali allo svago, i tiragraffi sono delle aree perfette per permettere al nostro gatto di giocare usando le unghie e senza danneggiare i tessuti della casa.

Direttamente collegate al gioco, vi sono anche dei benefici in termini di salute per cui l’acquisto di un tiragraffi è estremamente consigliato. Il movimento derivante dalle attività ludiche, infatti, permette al nostro gatto di allungare i muscoli edi tenerli ben allenati. In questo modo, sarà più facile scongiurare eventuali problemi di sovrappeso o articolari.

…ma sopratutto, i nostri mobili.

Ultimo e non meno importante aspetto da tenere in considerazione in sede di acquisto è certamente la necessità di offrire al nostro piccolo amico la possibilità di rifarsi le unghie senza dover contestualmente rovinare divani, materassi e cuscini presenti nell’appartamento. Per i gatti, infatti, il bisogno di affilare le unghie è assolutamente naturale e quasi sempre trova sfogo proprio nelle tapezzerie della casa se non trova altri appigli. Si tratta quindi di un naturale bisogno dell’animale a cui dare libero sfogo. E, come dicevamo, anche in questo caso specifico, il tiragraffi ci viene in soccorso: il gatto potrà scatenare su di esso la propria istintività marcando contestualmente il territorio. Sarà proprio in quel luogo, infatti, che ritroverà le proprie tracce ed il proprio odore percependolo come la propria dimora.

La scienza ci dice perchè…

A tal proposito, vi è una spiegazione scientifica a supporto dello stretto collegamento tra i graffi e la sensazione di proprietà di quel luogo: mediante le ghiandole olfattive poste nei cuscinetti delle zampe, i gatti, infatti, rilasciano dei feromoni che aiutano a stimolare il senso di familiarità nei confronti di quella specifica area in cui vengono prodotti. Questo, tra l’altro, è il motivo per il quale è preferibile acquistare diversi tiragraffi nel caso in cui vi fossero più gatti in casa (in modo tale che ognuno abbia il proprio luogo sicuro).

Tipologie di tiragraffi più diffuse e criteri per la loro scelta** Di seguito, ci concentreremo in maniera più approfondita sui must del settore oltre che sulle variabili da considerare nel momento in cui si decide di acquistare un **tiragraffi**. Nello specifico, punteremo la nostra lente di ingrandimento sui materiali, sulle dimensioni e sulle forme dei **tiragraffi per gatti** più comuni sul mercato.

Caratteristiche essenziali del tiragraffi

Prima di far ciò, però, è doveroso fare una premessa su alcuni principi essenziali dai quali è impossibile prescindere in fase di acquisto.

  • Innanzitutto, il tiragraffi deve prevedere una struttura di appoggio che sia comoda, al fine di consentire al nostro gatto di trascorrere delle ore di relax nel massimo del comfort.

  • In secondo luogo, è indispensabile che il tiragraffi sia dotato di una colonna sufficientemente robusta sulla quale il nostro amico a quattro zampe possa arrampicarsi. Da questo punto di vista, il materiale maggiormente consigliato è, senza dubbio, il sisal.

  • In terzo luogo, è molto importante che vi sia una sorta di nicchia o cuccia all’interno della quale il gatto possa tranquillamente ritirarsi per dormire.

Inoltre, è caldamente consigliato evitare l’acquisto di tiragraffi di grandi dimensioni laddove il gatto sia appena nato in modo tale da fornirgli sufficientemente tempo per abituarsi ad una struttura più piccola.

Infine, ricorda che per i gatti particolarmente pesanti, le strutture ideali in termini di tiragraffi sono quelle a soffitto, con colonne sufficientemente spesse ed una base altrettanto solida (ma questo è un tema che affronteremo successivamente in maniera più approfondita).

Materiali

La scelta del materiale è estremamente legata alle necessità specifiche dell’acquirente. Qualora la tua priorità fosse quella di avere in casa un articolo di design che risulti anche funzionale per il tuo gatto, la soluzione più appropriata è sicuramente il tiragraffi di cartone.

Nel caso in cui, invece, fossi alla ricerca di una struttura robusta e resistente in considerazione del peso dell’animale, l’opzione ideale in termini di materiale è rappresentata dal legno. Se poi desideri un tiragraffi a torre, quest’ultimo dovrebbe essere in sisal naturale.

Ricorda anche che se per te è essenziale che il tiragraffi sia facile da pulire, dovrai verificare la presenza di un cuscino lavabile sui piani del tiragraffi.

Infine, segnaliamo come sul mercato attualmente vi siano anche delle soluzioni estremamente eleganti in foglia di banano o giacinto acquatico.

Dimensioni del tiragraffi

Anche il tema delle misure ha un peso specifico importante nella definizione del tiragraffi ideale per il proprio gatto.

In linea generale, è bene ricordare che la colonna del tiragraffi dovrebbe essere all’incirca 10 cm più alta rispetto alle dimensioni del gatto in posizione distesa.

Inoltre, come accennato in precedenza, suggeriamo di prediligere strutture dalle grandi dimensioni soltanto in presenza di gatti particolarmente pesanti. A tal proposito, i modelli più consigliati sono quelli a soffitto oppure quelli XXL come i cosiddetti alberi tiragraffi per gatti grandi.

Forme

Per concludere, pure la forma ha una notevole incidenza nella definizione del modello di tiragraffi più adatto per il proprio gatto.

Per gli amici pelosi, ad esempio, che adorano arrampicarsi si consiglia di acquistare un tiragraffi a torre oppure un albero tiragraffi, accertandosi, però, che sia sufficientemente stabile e che non oscilli.

Per i gatti che trascorrono parecchio tempo ad affilare le unghie, suggeriamo di optare per dei tiragraffi a tavoletta e, contestualmente, di dotarsi di articoli che gli consentano di poter giocare. La tipologia dei tiragraffi a tavoletta, tra l’altro, è estremamente utile soprattutto nei casi in cui nell’abitazone non vi fosse abbastanza spazio a disposizione per l’implementazione di un tiragraffi più ingombrante.

Una soluzione analoga è rappresentata anche dai tiragraffi per divano, veri e propri tappetini sui quali il gatto può rifarsi le unghie senza andare ad intaccareil tessuto sottostante.

Infine, potresti valutare anche l’acquisto della sola corda per tiragraffi, venduta nelle metrature più disparate e da utilizzare per la realizzazione di tiragraffi fai da te, con forme creative, personalizzate e più in linea con le esigenze e le abitudini specifiche del tuo gatto. In questo caso è sufficiente dotarsi di tutto l’occorrente necessario alla realizzazione della struttura (tubi, viti, spago, corda, stoffa…) e possedere una discreta padronanza delle tecniche di bricolage. Qualche buon tutorial farà il resto.

La collocazione più idonea del tiragraffi

Generalmente si consiglia di posizionare il tiragraffi in prossimità di una finestra in modo tale da consentire al gatto (l’animale curioso per antonomasia) di poter osservare tranquillamente anche l’ambiente esterno alla casa.

Inoltre, è bene evitare di posizionarlo troppo vicino ai mobili per evitare che il gatto li consideri parte integrante del tiragraffi includendoli nelle sue attività ludiche danneggiandoli.

Una buona soluzione potrebbe essere anche quella di collocare il tiragraffi sul balcone. Tuttavia, in questo caso diviene indispensabile dotarsi di di una rete di sicurezza per proteggere il nostro amico a quattro zampe.

Corretto utilizzo del tiragraffi

Il tiragraffi, come dicevamo, ha tra le proprie funzioni anche quella di consentire al gatto di poter giocare in totale serenità e, per certi versi, ci offre l’opportunità di poterlo addestrare al gioco.

Per agevolare questo processo, vi sono un paio di trucchi. Uno di questi prevede la collocazione di un filo di spago sull’estremità più alta del tiragraffi in modo tale che il nostro amico gatto avverta l’istinto di raggiungerlo e afferrarlo con le zampine. Un risultato analogo potrebbe essere ottenuto strofinando la parte più elevata del tiragraffi con del catnip, ossia dell’erba gatta, in grado di stimolare il gatto a leccarla o mordicchiarla. Consigli per gli acquisti** **Due dei più importanti siti per l’acquisto di articoli online, i colossi Amazon e Ikea, propongono interessanti di modelli di **tiragraffi**.

Il tiragraffi Amazon

Amazon, come da consuetudine, si distingue per un’offerta estremamente ampiae varia in grado di soddisfare le più disparate esigenze. Tra i tiragraffi Amazon più venduti spiccano dei meravigliosi corner XXL dalle forme stravaganti e ricchi di fantastici accessori in grado di garantire al tuo micio lunghe ore di svago.

Il tiragraffi Ikea

Il tiragraffi Ikea si distingue invece per la sua essenzialità. Si tratta in buona sostanza, di un tappetino che si può facilmente avvolgere su diverse superfici così da proteggerle dalle unghie dei nostri amici a 4 zampe.

Ricambi ed accessori

Purtroppo, anche i tiragraffi, specialmente quelli più ingombranti ed articolati, sono soggetti all’usura. Pertanto, è possibile trovare online diversi siti specializzati nella vendita di ricambi per tiragraffi. Con quest’ultimi s’intendono, innanzitutto, pali, viti, cuscini, sedute varie (ovviamente, in funzione del modello da riparare).

Image by Daga_Roszkowska from Pixabay