Le 22 cose che devi sapere sui gatti

Le 22 cose che devi sapere sui gatti

Chiunque abbia un gatto in casa è convinto di conoscerlo alla perfezione, ma non è così semplice entrare nella sua mente perché i gatti sono animali molto indipendenti e enigmatici. Noi umani spesso interpretiamo i loro atteggiamenti in maniera sbagliata o non capiamo perché hanno determinate reazioni. Ecco quindi ventidue delle domande più comuni sui gatti a cui spesso non riusciamo a dare una risposta.

Perché i gatti fanno le fusa

Le fusa dei gatti corrispondono al nostro sorriso, le fanno generalmente quando si sentono a loro agio e per esprimere una sensazione di benessere. Alcune volte, però, possono segnalare timore, sovraccarico emotivo o fame, diventando quindi uno strumento tranquillizzante, una sorta di auto controllo.

Fanno le fusa le mamme gatte durante il parto per alleviare il loro dolore, ma anche i piccoli appena nati esprimono in questo modo la loro sensazione di sicurezza e benessere. Sono anche un ottimo mezzo di comunicazione verso gli altri felini o nei confronti di noi esseri umani.

Perché i gatti hanno paura dei cetrioli

Sono molti i video che circolano sul web di gatti terrorizzati alla vista dei cetrioli. La maggior parte delle persone guarda questi filmati in maniera molto divertita, senza pensare alla situazione di stress e di paura che sta provando il povero micio.

I padroni degli stessi animali non riescono a dare una risposta a questa reazione che in realtà è molto più normale di quanto si possa credere. Osservando bene questi filmati, è possibile notare che i cetrioli vengono fatti comparire improvvisamente alle spalle del gatto, mentre sta mangiando. Oppure posizionati nel loro territorio, accanto alle ciotole dell’acqua e del cibo, luogo che loro considerano sicuro.

Quello che li spaventa è quindi l’effetto sorpresa, la stessa cosa capiterebbe a noi se ci mettessero un ragno finto a tavola o sulla nostra spalla. Esiste però un’altra risposta, più scientifica Secondo National Geographics, secondo cui i gatti scambiano il cetriolo per un serpente, loro nemico naturale e quindi il loro istinto li induce a scappare il più in fretta possibile.

Perché il gatto morde

Capita spesso che mentre un gatto è accucciato sulle nostre ginocchia e accetta di essere accarezzato, improvvisamente si volta e ci morde in maniera aggressiva la mano. Le motivazioni di questo gesto non sono così sicure, esistono varie teorie valide che non sono mai state confermate.

Innanzitutto potrebbe essere sovra stimolato dall’accarezzamento continuo e costante che trasforma per il gatto una situazione di benessere in forte disagio. È anche possibile che riceva delle leggere scosse date dall'elettricità statica del suo pelo e il morso diventerebbe una semplice reazione di difesa al dolore provato.

L’unica soluzione è quella di capire i segnali che manda il gatto, mentre lo stiamo accarezzando. Se inizia a muovere la coda o cerca di spostarsi conviene non insistere e lasciargli i suoi spazi. Occorre anche capire il tipo di morso, se è più leggero magari il micio vuole solo giocare. Se invece è forte e deciso sta reagendo ad una situazione di disagio.

Perché i gatti fanno la pasta

I gatti iniziano a fare “la pasta” appena nati, attraverso questo gesto stimolano infatti le ghiandole della mamma che produrrà una maggiore quantità di latte. Questo movimento spesso continua anche in età adulta, molti credono sia semplicemente un ritorno allo stato di benessere di quando erano piccoli, ma alcuni studiosi sostengono anche altre teorie.

Il gesto di fare “la pasta” di un gatto adulto può anche essere un modo per rendere morbida la zona su cui sdraiarsi, verificando inoltre che non ci siano pericoli. I loro antenati selvatici per partorire, o semplicemente per riposarsi, sceglievano superfici comode, morbide e sicure.

Ma può anche essere un mezzo per marcare il territorio, sulle zampe anteriori i gatti hanno delle ghiandole odorifere e “impastando” un letto, il divano o direttamente una persona ne rivendicano la proprietà.

Perché i gatti hanno paura dell’acqua

Il loro è un vero e proprio istinto di sopravvivenza, se vengono bagnati, la maggior parte dei gatti cercano di fuggire terrorizzati. Le cause possono essere molte, sicuramente è una reazione data dal loro istinto ancestrale. Alcuni studiosi sostengono che sia semplicemente dovuto al fatto che questi felini provengono da zone desertiche, povere di acqua ed il loro DNA li porta ancora oggi a stare lontani da questo elemento per loro poco conosciuto.

Potrebbero anche essere consapevoli che cadendo nell’acqua, rischiano di annegare o di prendere brutte malattie respiratorie, bagnando il loro pelo. La loro quindi non è una fobia ma un semplice istinto di sopravvivenza.

Bagnare il proprio gatto, oltre che infastidirlo potrebbe causare danni alla sua salute. Sono animali naturalmente molto puliti, possono anche dedicare gran parte della giornata all’igiene del loro pelo. Mantenendo inoltre il loro odore naturale, indispensabile per farsi riconoscere dagli altri gatti e per delimitare tutto ciò che rientra nel loro territorio.

Perché i gatti mangiano l’erba

Nonostante i felini siano animali carnivori non è raro vedere un gatto che mangia l’erba o le foglie delle piante presenti nell’appartamento. Questo comportamento ha destato non pochi dubbi tra esperti e studiosi che sono infine giunti a diverse possibili conclusioni.

L’ipotesi più conosciuta è che il gatto mangi dell’erba per tentare di espellere il pelo ingerito durante le fasi di toelettatura. L’erba infatti grazie alle sue proprietà stimolanti aiuta il micio a vomitare e a ripulire lo stomaco. Altre teorie presumono che lo faccia semplicemente per favorire la digestione o per eliminare dei parassiti intestinali.

Occorre comunque ricordare che i gatti sono felini molto antichi e molti dei loro atteggiamenti sono soprattutto dovuti al loro istinto ancestrale, di quando dovevano cacciare per procurarsi il cibo e non scartavano nulla, ingerendo così parti difficili da espellere o rischiando infezioni e batteri.

Perché i gatti dormono sulle persone

Nonostante siano animali molto indipendenti i gatti amano il contatto fisico dei loro padroni, soprattutto quando dormono. Spesso si infilano sotto le coperte, dormono sulla testa o saltano in braccio ai proprietari. Molti presumono che lo facciano semplicemente perché amano stare al caldo e trovano molto piacevole il calore generato dal nostro corpo.

Ma le cause possono essere diverse, come ad esempio un segno di territorialità, un modo per esprimere il loro affetto, o per proteggere le persone che fanno parte del branco, anche quando stanno riposando.

Conoscendo il carattere schivo e opportunista dei gatti, è anche molto probabile che dormano appiccicati a noi umani semplicemente perché stanno comodi e trovano estremamente rassicurante e rilassante riposarsi tra le nostre gambe.

Perché ai gatti piacciono le scatole

Nonostante il nostro impegno per procurargli la migliore delle cucce presente sul mercato, il gatto preferirà sempre una scatola stretta e scomoda, un contenitore, un sacchetto. Anche questo comportamento, come quasi tutti gli altri, è da associare alle sue vecchie abitudini di predatore che lo costringevano a nascondersi nel miglior modo possibile per poter catturare il suo pasto.

Un riparo stretto in cui può rannicchiarsi diventa necessario per abbassare livelli di stress nel gatto, o per permettergli di rifugiarsi quando una situazione può apparire ostile ai suoi occhi. Ma esiste ancora un’altra validissima ragione per indurre un grosso gatto ad infilarsi dentro a una minuscola scatola di cartone.

I gatti come già detto in precedenza adorano il caldo e il cartone è un isolante perfetto, permette al gatto di non disperdere il suo calore corporeo, facendogli risparmiare enormi quantità di energie che attualmente non gli sono così necessarie, ma erano fondamentali quando in natura doveva riposarsi al meglio per potersi procacciare il cibo .

Perchè sono sono molto dormiglioni ?

Un gatto può arrivare a dormire fino a 18 ore al giorno! Si tratta di animali ai quali piace accucciarsi in qualsiasi anfratto comodo per riposarsi. Le posizioni che adottano quando schiacciano un pisolino sono veramente curiose.

Perchè si puliscono sempre ?

I gatti si puliscono costantemente, amano vedere il loro pelo splendente e, possibilmente, senza nodi. Possono arrivare a dedicare fino a quattro ore al giorno alla loro pulizia corporea. Ad ogni modo, ricordati di stare attento alle palle di pelo del tuo gatto.

Perchè ti leccano?

Ti sei chiesto qualche volta “perché si leccano in continuazione i gatti?”. Se lo fa con il suo pelo è una cosa, ma se un gatto ti lecca non significa che sta cercando di pulirti, in questo caso è una dimostrazione d’affetto.

Perchè adorano i loro peluche?

Non essere geloso, sappi che un peluche può rendere molto felice un gatto, a tal punto da farglielo abbracciare per molto tempo e convertirlo nel suo migliore amico. I gatti si affezionano molto ai propri giocattoli.

Quando sono affettuosi?

Se qualcuno ti dice che i gatti non sono affettuosi, mente! Senza dubbio i gatti, anche se sono più indipendenti dei cani, sono animali sociali che saranno contenti passare tempo con te. Sono molto curiosi, amano osservare, strusciarsi contro i propri padroni e farsi accarezzare.

Come comunicano con noi?

Anche se per noi è difficile saper differenziarli, i gatti possono emettere fino a 100 suoni distinti. La loro capacità di differenziazione sonora è dieci volte superiore a quella dei cani.

Perchè non si svegliano di cattivo umore?

A differenza delle persone, il tuo gatto non si sveglierà di mal umore. Inoltre, ama svegliare il proprio padrone e dargli la buonanotte sperando di ricevere qualche carezza in cambio. Questi felini sono molto dolci. Approfitto per condividere con te questa bellissima immagine tratta dal film Colazione da Tiffany.

Perchè possono essere insistenti?

I gatti sono proprietari e capi della tua vita. Faranno ciò che vogliono. Se decidi di non aprirgli la porta la mattina, non facendoli entrare, sono capaci di passare tutto il tempo a miagolare finché non raggiungono il loro scopo.

Quando diventano meno indipendenti?

Quando un gatto si abitua a te, non riesce a fare a meno di te facilmente. La verità è che poco a poco inizierai a notare dei cambiamenti nel suo comportamento, che diventerà sempre più attento a te. Probabilmente non ti inseguirà per tutta la casa come un cane, ma miagolerà per salutarti quando fai ritorno.

Perchè si nascondono negli armadi ?

Buio, caldo e con roba molle… gli ingredienti necessari per creare un ambiente perfetto per passare un po' di tempo. I gatti adorano gli armadi (e le scatole), se ne lasci uno aperto controlla che sia vuoto prima di richiuderlo.

E' vero che mangiano solo quando e quanto vogliono?

Tra le cose da sapere sui gatti, bisogna sottolineare che questi felini sanno amministrarsi bene il cibo che gli offriamo. A differenza dell’ingordigia dei cani, una ciotola piena di mangime può durare giorni. La loro unica debolezza è il cibo umido, in questo caso non potranno resistere dal divorarlo in una sola sessione.

Sanno essere graziosi ed espressivi ?

Le espressioni di un gatto non mostrano disprezzo, sono molto divertenti e durante il corso della nostra convivenza ci regaleranno momenti felici e situazioni davvero curiose.

Il gatto nero porta fortuna?

Anche se è ancora molto forte la credenza popolare che i gatti neri portano sfortuna, nel Regno Unito e in Asia credono il contrario: riconoscono questi animali come portatori di buona sorte. Se vuoi sapere perché si dice che i gatti neri portino sfortuna non ti perdere il nostro articolo.

gatto nero troppo grosso

Chiaramente se è MOLTO grosso e ringhia minaccioso, è una pantera: in tal caso ti conviene scappare.

Avere un gatto ti cambia la vita?

L’ultima curiosità sui gatti è che averne uno (o magari un paio) aiuta a migliorare la qualità della tua vita. Infatti, stare con questi felini rilassa e aiuta a combattere lo stress.

La calma che trasmettono quando dormono, le fusa che fanno quando li accarezziamo e il loro fantastico manto che è molto pregiato al tatto, ci regalano una vita più tranquilla e serena, cosa che si ripercuote su una maggiore speranza di vita.